5 Giugno 2017 – Figlia del Tuo Figlio, concerto in memoria di Bruna Liguori Valenti

Il Coro Meridies, con il suo direttore Carmelina Sorace si esibirà in un concerto in memoria  di Bruna Liguori Valenti ad un anno dalla sua scomparsa:

Lunedì 5 giugno 2017, ore 21

presso la Basilica di Sant’ Eustachio 

In Via di Sant’ Eustachio, 19

 

FIGLIA DEL TUO FIGLIO

Il programma che presentiamo  vuole raccontare, attraverso il canto, la storia di una madre e di un figlio che la nascita e la morte unisce in una diade, è un canto umano di dolore e di gioia, di meraviglia e di lutto; è solo il qui e ora dello stupore e della felicità di una nascita e dell’atroce sofferenza di una perdita, e poi di nuovo ….

 

Javier Busto (1949) Ave Maria

Gianmartino Durighello (1961) Puer Natus Est

Pedro de Cristo (1545/50 – 1618) Es Nacido

John Tavener (1944 – 2013)  The Lamb

Thomas Tallis (1505 ca. – 1585) If Ye Love Me

Piero Caraba (1956) Stabat Mater

G. Pierluigi da Palestrina (1525 – 1594) Sicut Cervus

Luigi Molfino (1916 – 2012) O Sacrum Convivium

 

Voce recitante    Maria Raffaella Pisanu

Con il patrocinio dell’Associazione Regionale Cori del Lazio – ARCL

Share

Concerto di Natale

Il Coro Meridies e l’Insieme Vocale “Lo Strambotto” saranno insieme per il concerto di Natale.

Gaudete, Christus est natus!

Coro Meridies  

Direttore Carmelina Sorace

Insieme Vocale Lo Strambotto   

Direttore Costantino Savelloni   

 21 Dicembre 2016, ore 21

Basilica di San Vitale

Via Nazionale 194, Roma

Programma

Anonimo                                             Gaudete, Christus est natus !                 (dalle Piae Cantiones, Greifswald 1582)         

Francesco Soto de Langa            Nell’apparir del sempiterno sole (1534 – 1619)

Michael Praetorius                         Es ist ein Ros entsprungen               (1571-1621)              

Pedro de Cristo                                 Es nascido                              (1545/50-1618)                                                                                                             

Pierluigi da Palestrina                   Jesu! Rex admirabilis                         (1525 – 1594)

Franz Listz                                         Salve Regina                                                          (1811 – 1886)

Heikki Klemetti                               Personent hodie                                             (1876 – 1953)                                  (da “Piae Cantiones”, Finlandia 1582)

Johannes Brahms                           Wiegenlied                                               (1833 – 1897)

G.M. Durighello                               Puer natus                                                   (1961)

Mykola Leontovich                         Ring  ChristmasBells                         (1877 – 1921)

Canti Popolari e Tradizionali

Share

Il Coro Meridies alla Quinta Rassegna Compositori Viventi

Domenica 4 Dicembre alle ore 16.30 presso il Museo Nazionale Arti e Tradizioni Popolari in Piazza G. Marconi 8/10 a Roma, si svolgerà la Quinta Rassegna Compositori Viventi per Cori Voci Bianche, Giovanili e Misti.

La rassegna, dedicata a Bruna Liguori Valenti, vedrà i cori eseguire musiche del compositore Giovanni Guaccero.

Il Coro Meridies eseguirà “Sospir, Lacrime e Doglie”, su testo di Michelangelo Buonarroti.

screen-shot-2016-11-11-at-19-41-54

Share

Settembre 2016 – Riprende l’attività

Finita la pausa estiva, il Coro Meridies riprende l’attività di prove in vista della preparazione  dei concerti autunnali ed invernali.

Prossimo appuntamento: una nuova esecuzione nell’ambito del progetto dell’ARCL della Messa in Pastorale di Pompeo Cannicciari per doppio coro, diretta dal Maestro Remo Guerrini.

Domenica 25 Settembre alle ore 17.30 – Presso la Basilica di San Pietro in Vincoli – Piazza di San Pietro in Vincoli, 4/a – Roma

Share

Coro Meridies in Concerto il 10 Aprile 2016

Il Coro Meridies diretto da Carmelina Sorace parteciperà alla  XII Rassegna Corale, organizzata dal Coro Della Terra:

Domenica 10 Aprile 2016 alle ore 19.00

Presso l’Aula Magna di Teologia della Chiesa Valdese

in Via Pietro Cossa,  40 – Roma

Ingresso gratuito

 Alla rassegna parteciperemo insieme a:

Vi aspettiamo!

Share

I miracoli

A seguito del concerto del 9 Gennaio 2016, Giampiero ha voluto fermare l’evento con la sua sintesi, riporto dalla sua mail:

Con un’altra grande serata il Coro di Merdies ha concluso i suoi concerti natalizi, ma anche stavolta eventi straordinari hanno costellato la performance del benemerito gruppo.
Preludio.
La necessità di scaldare voci fredde e menomate dai più svariati virus e batteri invernali induce la Direttora, colta da delirio di onnipotenza per le celebrazioni del suo genetliaco, a far gorgheggiare i coristi, vestiti da gnomi, in uno più famosi passages della Roma Barocca. Dopo due secondi netti di melismi e cinguettii truppe scelte dell’antiterrorismo corale, fortemente impressionate da un leggero calo dell’intonazione, perquisiscono i cantori e scoprono che i più fanatici avevano la divisa imbottita di bombe alla crema e di profiteroles, con cui si sarebbero fatti esplodere durante il Gaudete. La Direttora viene immediatamente arrestata e altrettanto immediatamente rilasciata dopo aver eseguito, in solitaria, il “Coro di Morti” di Goffedo Petrassi. Tra mugugni e imprecazioni contro l’ex sindaco della Capitale il gruppo si avvia verso la sede del concerto.
Primo miracolo: la fonte.
Il coro e i musici vengono accolti da un conte transilvanico in clergyman all’interno di una grotta oscura dove gruppi di penitenti cantavano litanie alla Beata Vergine per guadagnarsi il Regno dei Cieli. L’antro, ben sorvegliato dall’emaciatissimo Don Nosferatu, non sembrava il posto più adatto per canti di gioia che intendessero celebrare la nascita dell’Ignuda Direttor, ma ecco che dalle file del coro s’avanza la Beata Gloria in grisaglia, sfinita da giornate di preghiere alla Vergine perché intercedesse a farle azzeccare l’attacco di “Giunti i pastori” ed anche esausta dopo l’ennesima scorpacciata di polenta con gli osei. La Santa reca in mano una verga fiorita, con la quale batte 54 colpi, corrispondenti all’età della Direttora, sull’umido suolo… immediatamente sgorga dalla terra una fonte di acqua sorgiva, e la luce inonda il povero tugurio scoprendo le vestigia mirabili di un antico tempio. Prima che Don Nosferatu avesse il tempo di organizzare un botteghino per far pagare ai fedeli l’acqua miracolosa, i membri del Merdies, a guisa di appestati, si avventano sulla sorgente, abbeverandosi come dromedari. Le bronchiti, le laringiti, le emorroidi, le febbri quartane e le paranoie spariscono subito, sanate dalla sacra bevanda. I coristi, come al solito ruttando come eremiti, secondo un’antico costume druido, per l’enorme quantità d’acqua ingurgitata, si avviano verso l’altare d’oro: il concerto può iniziare, mentre Don Nosferatu fonda la Banca dell’Acqua.
Secondo miracolo: L’ascensione dei bassi e dei tenori.
Tra cali di voce, tamburi fuori tempo, note non previste nella partitura berciate dal soprano, danze improvvisate dai coristi per evitare i fendenti della enorme tiorba che il tenore solista suonava come fosse una scimitarra in mano a Jimi Hendrix, meritandosi l’ovazione di tutti i samurai seduti sugli scranni della Casa del Signore, e poi inviti della Direttora al coro a sghignazzare come il gran nemico di Batman durante l’esecuzione di “Es nascido”, il concerto va avanti, fino al brano più commovente, solo femminile, che è anche quello da cui scaturisce il secondo miracolo: “Peccatori su su”. Relegati gli uomini dalla Direttora in una cappella sconsacrata non visibile al pubblico presente, fin dalle prime note del canto, i bassi e i tenori che avevano fornicato nelle ultime ventiquattro ore cominciano a levitare verso il soffitto dipinto sotto il ghigno di Don Nosferatu da cui trasparivano i sinistri luccichii dei suoi affilati canini. Non c’è la prova che il miracolo sia davvero avvenuto perchè i bassi e i tenori erano lontano dagli sguardi del popolo, ma Don Nosteratu assicura che tutti, anche gli onanisti più impenitenti, presero il volo a tempo con il canto.
Terzo miracolo: ascesa e caduta di Don Nosferatu.
Il concerto si conclude tra gli applausi del folto pubblico alle sole donne, ai musici e alla Direttora, mentre le sezioni maschili, nella cappella sconsacrata, nascosti agli occhi di tutti, ballavano e replicavano la tarantella senza fermarsi mai… e lì ecco il terzo miracolo: Don Nosferatu comincia a ridere e a piangere contemporaneamente alla Danza dei Nascosti. Uno dei bassi, forse il Boss of the Basses, esaltato dalla tarantella continuamente replicata da cantori volanti, si rifugia nel confessionale e raccoglie la confessione di Don Nosferatu, che ammette di non essere così transilvanico, ma che lo disegnano così, citando Jessica Rabbit; il suo nome vero è Don Camillo ed è vessato dal parroco comunista che lo costringe ad impaurire i fedeli per svuotare la chiesa; i denti da vampiro sono finti, acquistati a una bancarella di maschere di carnevale. L’ultima sua confessione, prima della chiusura del sipario, è la più toccante: fin dall’inizio del concerto si è pazzamente innamorato della zampognara.
Bona nox.
Share

Meridies in concerto – Natale 2015 – Replica

Attenzione! Dopo la splendida serata del 21 Dicembre 2015 (vedi qui per immagini e video) Il concerto sarà replicato:

Il Coro Meridies si esibirà in concerto  Sabato 9 Gennaio 2016 presso la Chiesa di Santa Maria in Via, Via del Mortaro, 24 – Roma alle ore 21.00


 

Programma

Adorate sì bella notte!

F. Soto de Langa (1534-1619)  Nell’Apparir del Sempiterno Sole

A. M. de’ Liguori (1696-1787) Quanno Nascette Ninno

G.F. Anerio (1567-1630) Giunti i Pastori, Quando Cominciaro

H. Beginiker (circa 1620)  Puer Natus in Bethlehem

G.G. Kapsberger (158-1651) Habbi di Noi Pietà, Il Ciel Propizio

Anonimo (1690) La Ninna Nanna al Bambin Gesù

M. Praetorius (1571-1621)Es Ist Ein Ros Entsprungen

J. Rosenmüller (1619-1684) Lieber Herre Gott Wecke Uns Auf (Matteo 25,1-13)

J.M. Nicholai (1629-1689) Ciaccona

P. de Cristo (1545/50-1618) Es Nacido

O. Giaccio (fine XVI sec. – 1660) Peccatori Su

C. Caresana (1640-1709) Tarantella per la Nascita del Verbo

Share

17 Ottobre 2015: Il Coro Meridies partecipa all’Incontro Corale di Roma e del Lazio

Il 17 ed il 18 Ottobre 2015 a Roma, presso il teatro Tendastrisce in Via Giorgio Perlasca 69, si svolgerà l’Incontro Corale di Roma e Lazio, giunto alla sua XIV edizione.

Il Coro Meridies, diretto da Carmelina Sorace, parteciperà all’incontro Sabato 17 Ottobre alle ore 18.00  assieme ai cori:  Coro Multietnico Se. .sta voce, direttore Attilio Sanza; Coro giovanile Lavinium, direttore Fabrizio Vestri. Introdurrà il concerto il coro ospitante Accordi & Note.

Ospite speciale: Lucilla Galeazzi.

La direzione artistica è del maestro  del Coro Accordi & Note di Roma (sito, Facebook), Roberto Boarini e  l’organizzazione di Palmira Pasqualini.

Il nostro programma:

Pedro de Cristo(1545/50-1618) – Es nascido

Piero Caraba (1956) – Stabat Mater

Adrian Willaert (148/90- 1562) – Vecchie Letrose 

Javier Busto Sagrado (1949) – A Tu Lado

Lajos Bardos (1899 – 1986) – Dana dana

Vi aspettiamo!

 

Share

Coro Meridies di Roma – Musica Corale

Continuando ad utilizzare questo sito, accetti l'utilizzo di cookies. Più informazioni

Questo sito utilizza cookie, per migliorare la tua esperienza. Se continui ad utilizzarlo senza modificare le tue impostazioni o scegli "Accetta" acconsenti al loro utilizzo. The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this

Close